Bruce Djite (Adelaide United)
Bruce Djite (Adelaide United)
Bruce Djite: sempre decisivo per l'Adelaide United

Fortune alterne per le squadre australiane che hanno aperto il programma del secondo blocco di gare della 4a giornata dell’AFC Champions League 2012. Nello scontro al vertice del girone E l’Adelaide United ha superato 1-0 all’Hindmarsh stadium i Pohang Steelers grazie a un gol di Bruce Djite al 90′. Il 25enne attaccante australiano non poteva immaginare riscatto migliore, dopo aver provocato con un autogol la sconfitta nella prima sfida tra le due squadre, giocata in Corea del Sud due settimane fa. La terza vittoria in quattro gare porta l’Adelaide United in testa al girone E a quota 9, tre punti più di Pohang e Bunyodkor vincitore per 3-2 sul Gamba Osaka, virtualmente eliminato.

Se l’Adelaide può gioire per una qualificazione agli ottavi quasi al sicuro, non possono fare altrettanto i Central Coast Mariners, ormai in piena crisi. Dopo aver chiuso la regular season nella A-League australiana al primo posto, i Central Coast Mariners sono stati eliminati nei playoffs dai Perth Glory ai rigori. Un’esclusione che non pregiudica la partecipazione alla Champions asiatica 2013, garantita dal primo posto al termine della stagione regolare, ma impedisce la conquista del titolo nazionale. Le scorie dell’eliminazione si sono viste contro il Seongnam al momento del gol siglato da Chang-Hoon Lee al 39′. In quel preciso istante gli aussies si sono liquefatti e sono arrivate la doppietta di Everton Santos i gol di Sung-Hwan Kim e Jovancic. Un 5-0 che allunga l’imbattibilità casalinga nel torneo dei campioni d’Asia 2010: l’ultima sconfitta è stato un 5-0 inflitto nel 2004 dall’Al Ittihad, da allora 11 vittorie e due pareggi. Nessun gol nell’altra partita del gruppo tra Nagoya Grampus e Tianjin Teda. La classifica del girone G vede così Seongnam e Nagoya in testa a quota 6, tre punti davanti a Teda e Mariners, che si affronteranno tra due settimane in Australia.

Nel girone A il pareggio per 1-1 tra Al Jazira e Esteghlal porta gli arabi a quota 10, mentre gli iraniani salgono a 5 punti ma vengono scavalcati al secondo posto dall’Al Rayyan: la squadra allenata dall’ex Penarol Diego Aguirre è andata a vincere in Uzbekistan in casa del Najaf grazie al gol di Rodrigo Tabata al 62′.

Una rete di Bakary Koné al 91′ dà il successo al Lekhwiya sul Sepahan che viene così raggiunto in testa al girone C dall’Al Ahli, che dopo aver chiuso in svantaggio il primo tempo ha superato 3-1 l’Al Nasr di Walter Zenga, ormai quasi fuori. ECL ASIA

©LECHAMPIONS.it. Tutti i diritti riservati/All rights reserved.