Marcelo Bielsa
Marcelo Bielsa
Marcelo Bielsa

Completato il poker delle semifinaliste di Champions, si aspetta di conoscere il quartetto che si contenderà l’Europa League 2011-12. Il ritorno dei quarti di finale.  dopo i risultati dei match della scorsa settimana, vede solo l’Athletic Bilbao vicinissimo alla conquista delle semifinali. Gli spagnoli hanno vinto in Germania per 4-2 il primo atto del doppio confronto con lo Schalke. Punteggio che li fa partire nettamente favoriti nella sfida tra le mura amiche del San Mames. Ma il tecnico Marcelo Bielsa non si fida di Raul (che minaccia: “Spero proprio di lasciare il segno in casa del Bilbao”): “Non rinuncerò alla mentalità offensiva che finora per noi si è sempre rivelata un’arma vincente in Europa. Vincere non sarà facile, non possiamo ignorare le qualità dello Schalke che ha in Raúl un campione e per fermarlo dovremo difendere con attenzione”.

L’altro Atletico ancora in gara è il Madrid: i ragazzi di Diego Simeone dopo aver vinto la gara di andata per 2-1 (Falcao, Salvio, Diouf) fanno visita all’Hannover 96. L’allenatore dei Colchoneros sa che non sarà facile in casa dei tedeschi che negli incontri interni quest’anno non hanno mai perso sia in Europa che in Bundesliga. “I tifosi dell’Hannover sono molto calorosi e non è un caso che la squadra non perda in casa da mesi. I risultati ottenuti in Bundesliga parlano da soli”.
L’allenatore dell’Hannover, Mirko Slomka è giustamente cauto: “I nostri avversari non giocano mai per difendersi, saranno privi di pedine importanti come  Turan, Gabi e Juanfran ma hanno i mezzi per rimpiazzarle a dovere. Per noi sarà comunque un vantaggio, perché all’andata quei tre giocatori sono stati molto importanti”.

Deve invece ribaltare il 2-1 subito in casa dell’AZ,  la terza spagnola in corsa, il Valencia. I ragazzi guidati da Unai Emery proveranno a farlo con l’aiuto dei propri tifosi che stasera riempiranno il Mestalla. L’allenatore degli andalusi sa bene che basta un gol per passare il turno e per questo sarà decisivo non prenderne: “Oltre a segnare, la cosa più importante sarà non subire gol. Dovremo sfruttare le nostre occasioni e giocare una partita di grande intensità, per far capire ai tifosi che vogliamo la qualificazione”. Il tecnico olandese Gertjan Verbeek mette in guardia i suoi: “Il Valencia è un ottima squadra e non è un caso che sia terza nella Liga. Sta attraversando un momento difficile, ma resta un’avversaria insidiosa. I giocatori cambiano, ma la qualità del Valencia è rimasta intatta. Mi aspetto una partenza veemente da parte loro, sono una delle squadre favorite per la vittoria del torneo”.

A chiudere il programma di stasera ci sarà Metalist-Sporting. Gli ucraini, privi di Fininho, Gueye, Torsiglieri e Xavier, tenteranno l’impresa dopo il ko (2-1) subito a Lisbona, e l’allenatore Myron Markevich ci crede: “La ricetta è semplice: dovremo segnare senza subire gol. Prima della gara di Lisbona avevo detto che le possibilità di qualificazione erano identiche per noi e per lo Sporting. Nonostante la sconfitta dell’andata, resto ancora della stessa idea”. I portoghesi hanno due risultati su tre a disposizione e il manager Ricardo Sa Pinto carica i suoi: “Non scenderemo in campo per il pari a reti bianche. Vogliamo segnare e vincere perchè il 2-1 dell’andata non rappresenta un margine di sicurezza. Dovremo dare il massimo, perché cercare di conservare un vantaggio minimo potrebbe non bastare”. ECL EUROPA
 
Il programma del ritorno dei quarti di finale

Atletico Bilbao-Schalke (and. 4-2)
Valencia-AZ (1-2)
Metalist-Sporting (1-2)
Hannover-Atletico Madrid (1-2)

©LECHAMPIONS.it. Tutti i diritti riservati/All rights reserved.