Julian Benitez (Guaranì)
Julian Benitez (Guaranì)
Julian Benitez (Guaranì)

Dopo il Corinthians, il Racing Club de Avellaneda. Sono le ‘vittime’ nella fase a eliminazione diretta della Coppa Libertadores 2015 del Guaranì. La squadra paraguaiana è la vera sorpresa di questa edizione della Champions sudamericana e non smette di stupire. L’uno a zero della scorsa settimana al Defensores del Chaco di Asuncion era un buon risultato ma ovviamente non lasciava tranquilli in vista dei secondi 90′ di Buenos Aires. Così è stato. Tra le mura amiche il Racing parte subito forte e sono almeno 5 le occasioni nitide nella prima mezz’ora ma la porta di Aguilar (sontuosa prestazione la sua) resta inviolata e la speranza per Fernando Jubero è che il forcing di Milito e compagni col passare dei minuti sia meno efficiente. Così è ma la vera svolta della partita si concretizza al 45′. Nell’unico contropiede dei gialloneri nel primo tempo Saja commette fallo di rigore e per l’arbitro uruguaiano Cunha non ci sono dubbi: cartellino rosso e calcio di rigore per gli ospiti. Cocca sostituisce subito Acuna con il secondo portiere Ibanez e 2′ dopo tutto è pronto per il penalty che potrebbe chiudere il ritorno dei quarti di finale. Dal dischetto però Julian Benitez (suo il gol decisivo dell’andata) si fa neutralizzare il tiro dal neo entrato Ibanez e lo stadio può esplodere di gioia. Resterà l’unica vera gioia per i padroni di casa che nella seconda frazione di gioco ci mettono il cuore ma in inferiorità numerica non riescono a trovare il vantaggio per arrivare almeno ai tempi supplementari. Anzi nel finale rischiano anche il ko per le opportunità sciupate da Santander e Filippini. Nessuna rimonta quindi a Avellaneda e il Guaranì trova una storica semifinale. Il prossimo avversario sarà il River Plate ‘giustiziere’ del Cruzeiro: sarà la terza vittima illustre dei paraguagi? LECHAMPIONS AMERICA

©LECHAMPIONS.it. Tutti i diritti riservati/All rights reserved.