Junior Fernandes
Junior Fernandes
Magica doppietta per Fernandes

Quanti avrebbero scommesso su un passaggio ai quarti di finale dell’Universidad de Chile? In pochissimi. Difficile in effetti ipotizzare l’impresa dopo aver perso la gara d’andata 4-1 col Deportivo Quito. Ma nella coppa Libertadores 2012 niente è precluso e le sorprese sono sempre dietro l’angolo. E allora ecco ciò che non ti aspetti: 6-0 agli ecuadoriani e fantastico passaggio del turno. Allo stadio Nacional Julio Martinez Pradanos le danze si aprono al 21′ quando Fernandes, con la difesa ospite in bambola, riceve palla da Lorenzetti e sigla l’uno a zero con un preciso tocco da pochi metri. La premiata ditta si ripete sette minuti più tardi e stavolta il numero 9 di casa  sul passaggio dell’argentino sfodera un gran destro a rientrare imprendibile per Elizaga (sesto gol nel torneo). Non è passata nemmeno mezz’ora e la squadra di Sampaoli crede nella rimonta. La convinzione cresce ancor di più quando al 36′ Diaz sfodera un destro da oltre 30 metri e, con la complicità del numero uno di Ischia, firma il 3-0 che significa qualificazione. Con il Deportivo stordito dal terrificante inizio gara della ‘U’ e sbilanciato in avanti alla ricerca del gol, al 57′  sale in cattedra Mena che perfeziona al meglio un fantastico contropiede e fa 4-0 che significa qualificazione. A Santiago lo show dei cileni non è ancora finito: ci pensa Henriquez a completare l’opera con una doppietta tra il 71′ e il 74′. Nella prima occasione fa centro con un piatto destro sull’assist di Fernandes; nella seconda approfitta di una goffa uscita di Elizaga e deposita in rete la sua quinta marcatura personale in Libertadores. Serata magica per l’Universidad, da incubo per il Deportivo che una settimana fa aveva più di un piede ai quarti.

Ancora più roboante il parziale con il quale il Santos ha maltrattato il Bolivar nel ritorno degli ottavi di finale. I brasiliani si sono imposti sui malcapitati di turno per 8-0. Allo stadio Urbano Caldeira per la squadra di Hoyos, ‘colpevole’ di aver fatto il suo dovere vincendo 2-1 il primo atto del duplice confronto, le cose si mettono male da subito: dopo soli sei minuti infatti Elano sorprende Arguello da fuori area con un gran esterno destro. Al 22′ il portiere ospite spintona in area Edu Dracena e l’arbitro uruguaiano Vazquez concede il penalty che Neymar realizza per il 2-0. Sei minuti è ancora l’asso di Muricy Ramalho a servire palla al centro a Ganso che con uno splendido tacco fa 3-0. Splendido. Al 30′ Alan Kardec da seguito alla sagra del gol con un imprendibile destro da fuori area che Arguello può solo guardare finire in rete per il 4-0. Prima del riposo c’è pure il tempo per l’autogol di Valverde che interviene in modo maldestro sul tocco da distanza ravvicinata di Neymar. A inizio ripresa spazio alle ‘doppiette’: prima quella di Elano che non fallisce un rigore in movimento, poi quella di Ganso che ipnotizza ancora Arguello con un fantastico sinistro su punizione dal limite dell’area. L’ottovolante è completato da Borges (in campo dal 56′ per Alan Kardec) che al 61′ finalizza in rete una fantastica azione del duo Neymar-Ganso. Lo spettacolo bianconero a San Paolo finisce a mezz’ora dal triplice fischio: con il Bolivar si era già esagerato abbastanza.

A chiudere il ritorno degli ottavi di finale della Santander c’era l’attesissimo derby verdeoro tra Fluminense e Internacional: se lo sono aggiudicati i ragazzi di Abel Braga per 2-1. Dopo il pari casalingo (0-0) tra le mura amiche, la squadra di Dorival Junior, nell’infuocato stadio Olimpico Joao Havelange, si porta in vantaggio al minuto 14: Muriel battuto da un gran destro dal limite dell’area di Leandro Damiao, bomber in orbita Juve. La gioia dei tifosi ospiti dura però solo 120 secondi: Thiago Neves su punizione offre una gran palla a Leandro Euzebio che di testa non sbaglia il pari. Dopo una grande occasione per parte, nei minuti di recupero del primo tempo il gol che decide la partita è di Fred. Il numero nove dei padroni di casa è bravo a intervenire sulla punizione di Neves, battendo nuovamente Cavalieri per il 2-1. Nella ripresa dopo il palo colpito su punizione dallo scatenato Thiago Neves, l’occasione del pari per l’Internacional capita nei piedi di Jajà ma il suo tiro al volo sull’assist di Dagoberto finisce di poco alto sulla traversa. Un paio di minuti più tardi anche Damiao manca il 2-2 con un collo sinistro dal limite. Qui finiscono le speranze dell’Internacional, ai quarti ci va il Fluminense. Per i Colorados i rimpianti per non aver sfruttato meglio il match a Porto Alegre sono tanti. ECL AMERICA

I risultati del ritorno degli ottavi di finale (in grassetto le qualificate ai quarti)

09/05/2012
Velez Sarsfield-Atletico Nacional 1-1
Libertad-Cruz Azul 2-0

10/05/2012
Union Espanola-Boca Juniors 2-3
Corinthians-Emelec 3-0
Lanus-Vasco da Gama 4-5 (dcr)

11/05/2012
Santos-Bolivar 8-0
Fluminense-Internacional 2-1
Universidad Chile-Deportivo Quito 6-0

©LECHAMPIONS.it. Tutti i diritti riservati/All rights reserved.