By reds

Jamie Carragher accompagnato dai figli saluta la Kop prima dell'ultima partita in carriera

Campionato finito (finalmente), carriera finita (peccato). Un bel rasoterra di Coutinho da 25 metri firma l’1-0 del Liverpool sul QPR già retrocesso e venuto ad Anfield con la sola ambizione di non rovinare la festa d’addio a Jamie Carragher, unico motivo di interesse per una gara altrimenti inutile. Ma l’ultima partita del secondo giocatore più presente di sempre con la maglia del Liverpool, dopo l’inarrivabile Ian Callaghan (857 partite tra il 1960 e il 1978), non poteva che essere un evento .
Dietro Cally, c’è lui Carra: 737 partite giocate in 16 anni e 131 giorni. Una carriera intera nella stessa squadra. Naturale che uno come Jamie Carragher entri di diritto nel gotha di Anfield, accanto agli altri grandi difensori centrali che hanno scritto la storia del Liverpool come Ron Yeats, Tommy Smith, Phil Thompson, Mark Lawrenson e Alan Hansen. E’ proprio Hansen a mettere Carragher sopra tutti: “Jamie come difensore era almeno dieci volte più bravo di me”.
L’addio al calcio giocato di Carragher non è certo una sorpresa. Era stato deciso da tempo e ampiamente celebrato nelle settimane scorse. E soprattutto confermato dall’interessato quando tutti, a partire da Brendan Rodgers, gli chiedevano di ripensarci: “Qualche anno …continua sul blog

…continua sul blog: Reds