Tottenham in festa

Tottenham e Liverpool in, Inter e Napoli out. E’ questo il triste verdetto delle italiane che ieri erano impegnate nel dentro o fuori della sesta giornata di fase a gironi dell’UEFA Champions League 2018-19. Escono a testa alta gli azzurri di Carlo Ancelotti (“Abbiamo fatto tutto ciò che era nelle nostre possibilità”), a testa bassa gli uomini di Luciano Spalletti (“Siamo stati frenetici. Ci è mancata la tranquillità per gestire la partita”). Ai reds serviva solo la vittoria per non retrocedere nell’Europa minore, è arrivata col solito Salah che prima del riposo ha fatto esplodere Anfield. Nella ripresa, nonostante le diverse occasioni da una parte e dall’altra (clamorose quelle di Mané e Milik), il risultato non è cambiato. A San Siro falsa partenza per l’Inter che quasi subito subisce il gol di Lozano poi riesce solo ad acciuffare il PSV con il solito Mauro Icardi (quarto centro in sei partite per lui). Uno a uno è finita anche la gara al Camp Nou tra Barcellona e Tottenham e quindi per i nerazzurri retrocessione in Europa League causa differenza reti. Tanti rimpianti per i partenopei (solo una partita persa e avanza Klopp che ne ha perse tre!), pochi per Icardi e compagni: per ottenere gli ottavi di finale, con tutto il rispetto per l’undici di van Bommel, non puoi non vincere contro gli olandesi. Detto nei gruppi B e C del passaggio alla fase a eliminazione diretta per Barca, spurs, PSG (ieri agevole 4-1 in casa della Stella Rossa) e Liverpool, passiamo ai raggruppamenti A e D. Nel primo le già qualificate Borussia Dortmund e Atletico Madrid hanno rispettivamente vinto a Monaco (2-0, doppio Guerreiro) e pareggiato (0-0) in Belgio col Club Brugge. Nel secondo le già promosse Porto e Schalke 04 hanno ribadito la propria superiorità superando il Galatasaray (3-2 in Turchia) e il Lokomotiv Mosca (1-0) a Gelsenkirchen. Insieme a Inter e Napoli passano in Europa League Club Brugge e Gala. Stasera sesto turno per i gironi E, F, G e H. LECHAMPIONS EUROPA