Quagliarella non basta alla Juve
Fabio Quagliarella
Fabio Quagliarella suo il gol del 4-0

L’obiettivo principale era uno ed è stato ampiamente raggiunto. Se però a Londra Chelsea-Shakhtar Donetsk fosse finita 2-2 a Torino sarebbero stati decisamente più felici. Il 3-2, visto ciò che è successo in campo, ci stava, ma a favore degli ucraini spavaldi e tosti anche in Inghilterra da dove vanno via con un’immeritata sconfitta. Ma il calcio è questo. Il 4-0 della Juventus sul Nordsjaelland nella quarta giornata della fase a gironi è comunque un ottimo risultato per i bianconeri costretti assolutamente vincere e dimenticare velocemente il ko di campionato subito con l’Inter sabato scorso. La ‘pareggite’ europea che durava da ben nove partite, 3 tre quest’anno e 6 due anni fa in Europa League, è finalmente finita ma la strada verso la qualificazione agli ottavi di finale è ancora lunga e soprattutto complicata. Con la squadra di Di Matteo allo Juventus Stadium si sarebbe dovuto comunque vincere ma ora diventa imperativo fare almeno un punto anche a Donetsk nell’ultima giornata. I bianconeri restano infatti terzi a quota 6 punti nel gruppo E dietro alla coppia Chelsea-Shakhtar che di punti ne ha 7: 3 punti (quelli che si spera arrivinmo con i blues) con i probabilissimi successi degli inglesi e degli ucraini contro i danesi (fanalino di coda con un solo punto, quello con la Juve) non basterebbero per proseguire l’avventura in Champions. Il pareggio di due settimane fa a Copenhagen fa già pensare e mangiarsi le mani; ieri sera è andata molto meglio. Dopo poco più di mezz’ora la Vecchia Signora era già avanti di tre reti (Marchisio, Vidal e Giovinco) a coronamento di un primo tempo devastante senza mai subire il modesto avversario. Stavolta nemmeno i miracoli di Hansen (anche ieri strepitoso in un paio di occasioni) sono serviti e nella ripresa c’è stata gloria anche per Quagliarella (ottimo l’assist di Matri, sciupone e all’asciutto) in campo dal 60′ al posto dell’ex ‘bomberino’ del Parma. Ora i match a Pescara e poi in casa con la Lazio in serie A poi la battaglia con il Chelsea; ma l’attesa è già iniziata da ieri. ECL EUROPA

I commenti del dopo partita

Angelo Alessio, vice allenatore della Juventus: “Ora dobbiamo vincere assolutamente contro il Chelsea e poi giocarcela con lo Shakhtar, non possiamo fare altrimenti. Volevamo vincere, c’era tanta rabbia e i ragazzi l’hanno messa subito in campo. È stato importante entrare in campo determinati, è mancato solo il gol di Matri in una gara ottima. Il risultato non fa una grinza per quello che abbiamo prodotto in campo. Anche a Copenaghen abbiamo tenuto larghi Asamoah e Isla per l’inserimento degli attaccanti, è un modulo che ci agevola. La sconfitta con l’Inter? Non avevo dubbi sulla risposta positiva stasera da parte della squadra”.

Kasper Hjulmand, tecnico del Nordsjælland: “Dovremo analizzare quanto abbiamo giocato sotto i nostri standard abituali, e quanto invece sia semplicemente stata la Juventus a giocare in modo eccellente, ma è stata una brutta giornata e abbiamo giocato sotto le nostre potenzialità. Non siamo mai riusciti a liberarci della loro pressione, ed è stata la mia peggior esperienza da allenatore. Mi sentivo come se non importasse quanto ci potessimo provare, non avrebbe cambiato molto. L’aspetto positivo della partita è il fatto che siamo riusciti a cavarcela nella ripresa. Avrebbe potuto mettersi davvero male, se non avessimo resisitito nei secondi 45 minuti”.

Uefa Champions League 2012-13 / Quarta giornata fase a gironi – Torino, Juventus Stadium

JUVENTUS-NORDSJAELLAND 4-0 (3-0)

Juventus: Buffon, Barzagli, Bonucci, Chiellini (65′ Lucio), Isla, Vidal (51′ Pogba), Pirlo, Marchisio, Asamoah, Matri, Giovinco (60′ Quagliarella). All. Alessio.
Nordsjaelland: Hansen, Pakhurts, Okore, Runje, Mtiliga, Adu (46′ S. Christensen), Stokholm, Lorentzen, Laudrup (46′ A. Christiansen), John,  Beckmann (66′ Nordstrand). All. Hjulmand.

Arbitro: Stavrev (Macedonia)
Reti: 6′ Marchisio, 23′ Vidal, 37′ Giovinco, 70′ Quagliarella
Ammoniti: Marchisio, Asamoah.

I risultati della seconda giornata della fase a gironi

Martedi 06/11/2012
Dinamo Kiev-Porto 0-0
Paris Saint Germain-Dinamo Zagabria 4-0
Schalke 04-Arsenal 2-2
Olympiacos-Montpellier 3-1
Anderlecht-Zenit 1-0
Milan-Málaga 1-1
Manchester City-Ajax 2-2
Real Madrid-Borussia Dortmund 2-2

Mercoledi 07/11/2012
Juventus-Nordsjælland 4-0
Chelsea-Shakhtar Donetsk 3-2
Valencia-BATE Borisov 4-2
Bayern Monaco-LOSC Lille 6-1
Benfica-Spartak Mosca 2-0
Celtic-Barcellona 2-1
R 1907 Cluj-Galatasaray 1-3
Sporting Braga-Manchester United 1-3

©LECHAMPIONS.it. Tutti i diritti riservati/All rights reserved.