Tefana
Tefana
I giocatori del Tefana festeggiano il 3-0 sul Waitakere

Non solo Tahiti ma l’intera Confederazione oceanica dovrebbe fare un monumento a Alvin Tehau che col suo gol al primo minuto ha spianato la strada al clamoroso 3-0 ottenuto dal Tefana sul Waitakere United, nella 4a giornata della fase a gironi. Un successo che riapre i giochi nella O-League 2011-12 e fa intravedere un’alternativa alla finale più annunciata della storia del torneo: quella tra le due formazioni neozelandesi Waitakere e Auckland City.
Il 2-0 ottenuto dall’Hekari United sull’Amicale, grazie a una doppietta del bomber Kema Jack, rimanda l’ingresso in finale dell’Auckland City: dopo l’inequivocabile 7-3 rifilato al Koloale, i campioni in carica guidano il girone B a punteggio pieno con 12 punti, cinque più dell’Hekari. Un margine più che tranquillizzante. Se nel girone B solo la matematica impedisce di indicare la prima finalista, nel girone A le cose si sono complicate in modo inaspettato per il Waitakere.
La formazione di Neil Emblen non può nemmeno accampare la scusa delle assenze: nella batosta subita allo stadio Loius Gavinet di Faa’a c’erano tutti da Bale a Butler, da Krishna a De Vries. Decisivo nel successo del Tefana il gol siglato in apertura dal nuovo acquisto Tehau, prontissimo a punire un maldestro tentativo di fuorigioco della difesa neozelandese. Il raddoppio poco prima dell’intervallo per merito di Labayen; mentre a venti minuti dalla fine Neuffer firma il 3-0 che scrive la parola fine sull’incontro. Un successo storico per il club tahitiano, che l’allenatore Yogendra Dutt ha voluto “dedicare alla popolazione delle Isole Figi e in particolare di Ba, duramente colpita dalle piogge torrenziali che hanno provocato tante vittime e distrutto il paese”. E contro il Mont Dore la squadra del Ba ottiene un prezioso successo esterno grazie a un rigore trasformato al 36′ da Osea Vakatalesau al secondo tentativo: il portiere di casa Watchou aveva parato la prima conclusione, fatta poi ripetere dal direttore di gara per l’ingresso anticipato in area di molti giocatori.
Dopo quattro giornate la classifica del gruppo A vede il Waitakere ancora in testa con 9 punti, due più del Tefana e tre più del Ba, mentre il Mont Dore ultimo a quota 1 è fuori dai giochi. Difficilmente la finale sfuggirà ai neozelandesi ma il calendario potrebbe avvantaggiare il Ba che nelle ultime due gare avrà l’opportunità di affrontare in casa le due rivali dirette Waitakere e Tefana. ECL OCEANIA

©LECHAMPIONS.it. Tutti i diritti riservati/All rights reserved.