Nigel Boogaard firma il primo gol dell'AFC Champions League 2012
Nigel Boogaard firma il primo gol dell'AFC Champions League 2012
Nigel Boogaard firma il primo gol dell'AFC Champions League 2012

Tre vittorie in trasferta nei quattro incontri inaugurali della prima giornata della fase a giorni della AFC Champions League 2012. Per via del fuso orario il primo match è stato quello del Lang Park di Brisbane, dove gli australiani padroni di casa sono stati sconfitti 2-0 dal Tokyo, che ha sbloccato il risultato nei minuti di recupero della prima frazione con Yazawa e poi raddoppiato al 56′ con Hasegawa. Una brutta sconfitta per i Brisbane Roar che arrivavano all’esordio in Champions League con l’entusiasmo di chi aveva raccolto quattro vittorie e un pari nelle ultime cinque uscite. Il tecnico Postecoglou dovrà esser bravo a ricaricare i suoi in vista della seconda giornata, quando i Roar andranno a Pechino in casa del Gouan sconfitto 2-1 dai sudcoreani dell’Ulsan, unici a sfruttare il fattore campo. I gol di Shin-Wook Kim al 26′ e di Seul-Ki Go al 35′ piegano la formaizone cinese, che dimezza lo svantaggio al 52′ con Piao Cheng, mandato in campo dal tecnico portoghese Jaime Pacheco al posto di Zhu Yifan subito dopo il raddoppio coreano. Nell’ultima mezzora gli attacchi ospiti si sono infranti sulla muraglia eretta con successo da Young-Kwang Kim e compagni a protezione del vantaggio. Il gruppo F vede Tokyo e Ulsan a quota 3, Guoan e Brisbane a zero e il prossimo turno metterà di fronte le prime della classe in un test che farà capire la reale consistenza delle due squadre.
Le altre due gare d’apertura hanno visto impegnate le formazioni del gruppo E. I Pohang Steelers hanno espugnato il terreno del Gamba Osaka con un 3-0 firmato dalle reti di Tae-Su Kim al 13′, Rendulic al 23′ e di
Derek Asamoah al 76′. Una durissima punizione per la squadra nipponica che esce annichilita dal confronto più prestigioso della giornata, che opponeva le vincitrici della Champions asiatica 2008 (Gamba) e 2009 (Steelers). Parte col piede giusto l’avventura dell’Adelaide United che a Tashkent supera il Bunyodkor 2-1 con un gol per tempo di Boogaard e Golec; rete di Murzoev nei minuti di recupero per gli uzbeki, candidati al ruolo di cenerentola del girone. Solo un paio di stagioni fa Soliev e compagni partivano col proposito di vincere la Champions League e il Mondiale per club. Nel programma serale oltre al successo esterno dell’Esteghlal in casa dell’Al Rayyan (1-0 gol di Jerkovic al 91′), da registrare nel gruppo B i successi interni di Al Ittihad e Bani Yas, rispettivamente su Pakhtakor (4-0: Faouzi, doppietta di Abosaban e Abdulla Ismail) e Al Arabi (2-0: Jaber e Yeste)  ECL ASIA

©LECHAMPIONS.it. Tutti i diritti riservati/All rights reserved.