Djalma Santos
Djalma Santos
Djalma Santos

Djalma Santos: un nome, un mito. Ricoverato in ospedale dal primo luglio scorso, il due volte campione del mondo del Brasile è morto a 84 anni per un’insufficienza respiratoria e polmonare. Se ne va una vera leggenda del calcio mondiale. Ancora oggi Djalma Santos è considerato il miglior terzino destro di sempre: la Fifa lo aveva inserito nei 125 calciatori che hanno fatto la storia di questo sport ed è l’unico con Franz Beckenbauer ad essere stato selezionato nel top 11 di ben tre Coppe del Mondo. Di certo è stato il primo terzino fluidificante sulla fascia destra di livello mondiale.

Era il Brasile dei Garrincha, Didì, Vavà e Pelè: fuoriclasse che firmarono i primi successi mondiali verdeoro e fecero dei propri nomi una sorta di filastrocca che ancora oggi è sinonimo di calcio, quanto Elvis e i Beatles lo sono della musica. In quella squadra anche i due terzini laterali erano campioni assoluti: Djalma Santos a destra, Nilton Santos a sinistra. Simmetrici nella posizione in campo e nel cognome, quasi a voler evidenziare la combinazione irripetibile di poesia e talento che si condensava in quella formazione. Un undici scolpito nella memoria collettiva: a oltre 50 anni di distanza quando dici Djalma pensi anche a Nilton e viceversa. Su sponde opposte interpretavano il ruolo di terzino allo stesso modo, assicurando quella spinta che sino ad allora era tipica solo delle ali e che poi avrebbe fatto scuola ovunque. Le sovrapposizioni sulla fascia destra di Djalma Santos in combinazione con Garrincha non solo hanno fatto le fortune del Brasile negli anni Cinquanta e Sessanta ma hanno rappresentato il modello che ha dato il via a una grandissima tradizione nel ruolo di terzino destro: Carlos Alberto, Leandro, Josimar, Jorginho, Cafù, Maicon, Dani Alves sono solo i primi nomi che vengono alla mente. Alcuni di questi sono stati compagni di nazionale del figlio, Djalminha, attaccante del Deportivo La Coruna alla fine degli anni Novanta.

In Brasile Djalma Santos viene ricordato come ‘o lateral eterno’. Definizione impeccabile per una carriera lunghissima sia in nazionale che nei club. La nazionale brasiliana lo ha visto esordire a 23 anni nel 1952 e chiudere a 39 contro l’Uruguay nel 1968: 16 anni e quattro mondiali da titolare, 98 presenze ufficiali (che diventano 111 se consideriamo le amichevoli non riconosciute dalla Fifa). A livello di club ha giocato per dieci anni nel Palmeiras, altri dieci nel Portuguesa, per chiudere a 43 nell’Atletico Paranaense. Davvero eterno. Anche perché, ancora oggi, nonostante i tanti e illustri successori, resta lui il punto di riferimento nel suo ruolo. ECL AMERICA

Djalma Santos (Rappresentativa FIFA 1963)Djalma dos Santos
Nato il 27 febbraio 1929 a San Paolo (Brasile)
Morto il 23 luglio 2013 a Uberaba (Brasile)
Ruolo
Terzino destro
Squadre
Portuguesa (1948–1959)
Palmeiras (1959–1968)
Atlético Paranaense (1968–1972)
Nazionale
Brasile (98 presenze, 3 gol)
Titoli
Nei club
Torneo Rio-San Paolo: 1952, 1955
Campionato Paulista: 1959, 1963, 1966
Coppa del Brasile: 1960, 1967
Torneo Rio-San Paolo: 1965
Torneo Roberto Gomes Pedrosa: 1967
Campionato Paranaense: 1970
In Nazionale
Coppa del Mondo 1958, 1962
Campionato Panamericano 1952
Coppa Oswaldo Cruz: 1955, 1956, 1962
Coppa dell’Atlantico: 1956, 1960
Coppa Roca: 1957, 1960, 1963
Coppa Bernardo O’Higgins: 1959
Partecipato a 4 Mondiali: 1954, 1958, 1962, 1966

©LECHAMPIONS.it. Tutti i diritti riservati/All rights reserved.

, ,