Wilson Pittoni
Wilson Pittoni
La gioia di Pittoni dopo il gol del 2-0

Contrappasso. Al 94′ l’Atletico Mineiro aveva trovato nella semifinale di ritorno contro il Newells Old Boys il gol che gli aveva permesso di ottenere i supplementari e poi i rigori con i quali aveva eliminato gli argentini; al 94′ nella finale di andata della Coppa Libertadores 2013 ha subìto un gol che complica seriamente il cammino verso la conquista del trofeo.
La dea bendata non ha tardato a riprendersi ciò che aveva concesso ai brasiliani, che in casa dell’Olimpia perdono 2-0, bissando così la sconfitta patita in Argentina nella semifinale di andata contro il Newell’s. Corsi e ricorsi. Il 2-0 costringe i brasiliani a tentare di replicare l’impresa portata a termine contro Scocco e compagni con l’aiuto del pubblico amico di Belo Horizonte (anche se resta in piedi la questione Minerao: la Conmebol ha imposto all’Atletico di giocare nello stadio del Cruzeiro la finale di ritorno, per questioni di capienza).
C’è da giurare che l’Atletico farà il possibile per conquistare la prima Libertadores della propria storia, gloriosa in patria ma decisamente povera a livello internazionale, e evitare che i paraguaiani (giustizieri in semifinale dell’Independiente Santa Fé) mettano in cascina la loro quarta.
La squadra allenata dal’ottimo Hugo Ever Almeida ha fatto sua una partita difficile. Una gara in bilico fino all’ultimo per la tenacia con cui gli ospiti hanno cercato di rimontare il gol iniziale di Alejandro Silva, arrivato dopo che i ragazzi di Cuca avevano sfiorato il vantaggio con una bella conclusione in diagonale di Diego Tardelli terminata al lato di pochissimo. Bellissima la rete al 23′ del centrocampista uruguaiano: evita in piroetta la difesa bianconera e dal limite beffa Victor, depositando la sfera nell’angolino basso con un preciso sinistro. Silva macchia il suo capolavoro facendosi ammonire dall’arbitro Pitana per essersi tolto la maglietta durante i festeggiamenti: un cartellino che gli costerà la presenza nella finale di ritorno.
Timida e inconsistente la reazione dell’Atletico: una punizione dalla distanza di Ronaldinho che termina abbondantemente fuori per non aver trovato la deviazione vincente né di Jo e né di Luan. Allora sono i padroni di casa che vanno vicini al raddoppio in almeno tre occasioni: quella più ghiotta parte dal sinistro di Salgueiro che, deviato, fa la barba al palo con Victor battuto. Nel secondo tempo gli ospiti entrano in campo con altre verve e determinazione e arrivano le occasionissime di Tardelli. Nella prima il suo potente diagonale non trova lo specchio della porta e il “Gaucho” non arriva in tempo per la zampata da due passi; nella seconda un bel piatto destro a girare trova pronta la risposta di Martin Silva che sventa il pericolo. L’estremo difensore uruguaiano blinda il vantaggio anche pochi minuti più tardi quando si supera respingendo un tiro a botta sicura di Jo, ‘pescato’ nell’area piccola da un egregio assist di Pierre. A metà ripresa Cuca sostituisce Ronaldinho con Guilherme e Luan con Rosinei (poco più tardi Jo lascia spazio ad Alecsandro). Ma l’occasione più nitida è ancora per l’Olimpia. Clamoroso l’errore a porta vuota di Bareiro che sbaglia goffamente il 2-0 da pochi metri e fa infuriare il pubblico del gremitissimo Defensores del Chaco. La gioia per i tifosi di Asuncion però è solo rimandata. Al quarto dei cinque minuti di recupero concessi dal fischietto argentino (poco dopo il rosso per doppia ammonizione a Richarlyson che quindi salterà la gara di ritorno) una punizione dal limite cambia il risultato e forse l’esito di questa Libertadores: Pittoni si impossessa della sfera e con un destro chirurgico mette la palla sotto la traversa dove Victor non può arrivare. E’ il 2-0 che chiude il match e lancia l’Olimpia verso la conquista della quarta coppa. Tra i paraguaiani e il poker ‘solo’ i 90′ da brivido che si giocheranno tra una settimana in Brasile. Ma il minuto che i paraguaiani temono di più è il 94′: il rischio contra-contrappasso incombe. ECL AMERICA

Coppa Libertadores 2013 – Finale di andata / Asuncion, stadio Defensores del Chaco

OLIMPIA ASUNCION-ATLETICO MINEIRO 2-0 (1-0)

Olimpia: M. Silva, Manzur, Benitez, Candia, Miranda, Pittoni, Aranda, A. Silva, Gimenez (46′ Ferreyra), Salgueiro (89′ Paredes), Bareiro (91′ Prono). All. Almeida
Atletico Mineiro: Victor, Leonardo Silva, Rever, Marcos Rocha, Ronaldinho (65′ Guilherme), Pierre, Josué, Richarlyson, Diego Tardelli, Jo (79′ Alecsandro), Luan (64′ Rosinei). All. Cuca

Arbitro: Pitana (Argentina)
Gol: 23′ A. Silva, 94′ Pittoni
Ammoniti: Miranda, Pittoni, A. Silva, Gimenez; Marcos Rocha, Josué, Richarlyson. Espulso Richarlyson

Breve sintesi di Olimpia Asuncion-Atletico Mineiro

[vsw id=”oYiosO5RGT8″ source=”youtube” width=”425″ height=”344″ autoplay=”no”]

©LECHAMPIONS.it. Tutti i diritti riservati/All rights reserved.