Gary Ablett

Gary Ablett
Gary Ablett: per tutti un gentleman

Più di cento presenze con Liverpool e Everton, unico giocatore della storia ad aver vinto la Coppa d’Inghilterra con entrambe le squadre. A 46 anni, appena sedici mesi dopo la scoperta di essere affetto dal linfoma non Hodgkin, è morto Gary Ablett. Lo ricordano tutti come un gentleman ma anche difensore solido, versatile: aveva ricoperto tutti i ruoli della difesa e in qualche circostanza era stato utilizzato anche in mediana.
Soprattutto era un giocatore affidabile. Era questa la caratteristica che lo faceva preferire a compagni tecnicamente o fisicamente più dotati ma meno costanti o intelligenti tatticamente. La capacità di saper leggere il gioco e posizionarsi di conseguenza, gli aveva permesso di ritagliarsi un posto da titolare nella difesa del Liverpool 1987-88. Con Ian Rush passato alla Juventus e Kenny Dalglish sempre più manager e sempre meno giocatore, c’erano parecchi dubbi sulla reale consistenza di quella squadra. Che giocatori come Gary Gillespie, Barry Vanison, Steve McMahon e lo stesso Gary Ablett potessero avere una maglia da titolare era il sintomo di un declino già avviato. E invece quella squadra – che fondeva l’abilità tecnica di Peter Beardsley e John Barnes, l’esperienza della vecchia guardia Alan Hansen, Bruce Grobbelaar, Steve Nicol, Craig Johnston, l’efficacia e la risolutezza dei nuovi (tra i quali John Aldridge) – non solo avrebbe stravinto il campionato e perso (incredibilmente) la finale di FA Cup a Wembley contro il Wimbledon, ma si sarebbe imposta come una delle migliori edizioni del Liverpool. Per molti il migliore di sempre. Riconoscimento limitato dalla mancata consacrazione continentale, impedita dalla squalifica nelle coppe europee decisa dall’Uefa in seguito alla tragedia dell’Heysel.
Nella stagione 1988-89 Ablett salterà appena tre gare in tutta la stagione. I reds sfioreranno nuovamente il double, vincendo stavolta la FA Cup ma perdendo un campionato già vinto (subendo il gol di Michael Thomas nell’ultima azione del campionato), nel recupero del match contro l’Arsenal. Partita immortalata da Nick Hornby in Fever Pitch, con la prospettiva però del tifoso dei gunners. In quell’Arsenal militava David Rocastle: anche lui vittima nel 2001 del linfoma non Hodgkin.
L’ingresso in squadra di due laterali capaci di maggior spinta come David Burrows e Steve Staunton e il ripetersi degli infortuni di Alan Hansen, spingono Dalglish a spostare Ablett in posizione centrale in coppia con lo svedese Glenn Hysen. Nel gennaio 1992, quasi un anno dopo le dimissioni di Dalglish e l’arrivo in panchina di Graeme Souness, viene ceduto all’Everton. E’ una delle tante vittime della folle rivoluzione imposta dall’ex regista della Sampdoria. E nel dicembre di quell’anno Ablett si prende una parziale rivincita servendo a Peter Beardsley (altro epurato) l’assist che dà il 2-1 e il successo ai toffees sui reds di Souness. E in molti in queste ore hanno ricordato proprio la capacità di Ablett di imporsi anche a Goodison Park, conquistando rapidamente la stima dei nuovi tifosi, come prova della forza del suo carattere: deciso, sicuro, quasi oscurato dalle buone maniere.
Anche nell’Everton, come nel Liverpool, Ablett era il classico giocatore “grigio”: invisibile o quasi per media e tifosi, apprezzato da tecnico e compagni. E con la maglia dei toffess nel 1995 conquista la sua seconda FA Cup. Risultato che, come detto, gli vale un posto nella storia del derby del Merseyside: unico giocatore ad aver trionfato a Wembley con entrambe le maglie.
Nel 1996 passa al Birmingham City, dove resterà tre anni, anche qui superando le cento presenze. Le ultime due stagioni da giocatore lo vedono per quattro gare al Wycombe Wanderers; dieci presenze col Blackpool e una ventina negli Stati Uniti nei Long Island Rough Riders. Esperienze che gli serviranno per preparare la carriera da allenatore che intraprende nell’estate 2002 nelle giovanili dell’Everton, per poi ritornare quattro anni più tardi ad Anfield, scelto da Rafa Benitez per guidare la squadra riserve. “Sapevo che la posizione ra vacante, perciò ho mandato il mio curriculum. Dopo un paio di giorni Rafa mi chiama. Il colloquio dura un’ora e mezza, in cui parliamo di tattiche. Dopo un paio di settimane mi richiama, mi dice se posso preparagli un programma per la stagione per giovani. Fatto. Tre, quattro giorni dopo il posto era mio”. Scelta azzeccata: con Ablett in panchina nel 2008 il Liverpool vince il campionato riserve.
Nel 2009 arriva il primo incarico manageriale alla guida dello Stockport County in League one. Decisione infelice, o comunque molto sfortunata, perché è impossibile isolare la squadra dagli enormi problemi finanziari del club, finito in amministrazione controllata; la stagione si chiude con la retrocessione in League 2. L’anno Roy Keane lo vuole con sé nell’avventura all’Ipswich Town. Dopo poche settimane arriva, improvvisa, la scoperta della malattia. Circostanza della quale Ablett aveva parlato per la prima volta lo scorso ottobre in occasione della campagna “Blue September”, mirata alla sensibilizzazione dell’opinione pubblica inglese su alcune forme di cancro che colpiscono in particolare gli uomini: “Un giorno mia moglie Jacqueline guardandomi in viso disse che avevo qualcosa che non andava. Mi portò subito a fare una visita. Il giorno dopo mi ricoverano in un ospedale di Ipswich, e mi dicono che ho un linfoma molto aggressivo, da curare al più presto. Dalla diagnosi alla prima seduta di chemioterapia passano appena tre giorni. Pensavo non può essere vero, mi sento così forte, non può capitare a me, e invece era proprio così. E’ stato un grosso shock”. ECL

Gary Ablett
Nato a Liverpool il 19 dicembre 1965
Morto il 1 gennaio 2012

Da giocatore
Ruolo
Difensore
Club
Liverpool (1985-1992)
Derby County (1985-prestito)
Hull City (1986-prestito)
Everton (1992-1996)
Sheffield United (1996-prestito)
Birmingham City (1996-1999)
Wycombe Wanderers (1999-prestito)
Blackpool (2000)
Long Island Rough Riders (2000)
Titoli
2 campionati inglesi (1987-88; 1989-90)
2 FA Cup (1988-89; 1994-95)

Da allenatore

Everton (2002-06 giovanili)
Liverpool (2006-09 riserve)
Stockport County (2009-10 – manager prima squadra)
Titoli
1 campionato inglese riserve (2008)

 

Gary Ablett (Liverpool)
Gary Ablett (Everton)

©LECHAMPIONS.it. Tutti i diritti riservati/All rights reserved.