Contrasto tra Nick Montgomery e Zheng Zhi

Contrasto tra Nick Montgomery e Zheng Zhi Meglio giocare in casa? Non lo pensano di certo giocatori e tifosi di Central Coast Mariners, Jeonbuk, Al Shabab Al Arabi e Al Hilal.  Tutte sconfitte tra le mura amiche nell’andata degli ottavi dell’Afc Champions League 2013. E gli va pure bene che quest’anno (per la prima volta nella storia del torneo)  prevista la gara di ritorno, altrimenti sarebbero tutte già a casa. Ma solo un miracolo, altamente improbabile, potrà evitare un’eliminazione che appare ormai inevitabile.

La prima debacle casalinga di giornata è arrivata da Gosford dove i Central Coast Mariners sono stati sconfitti 2-1 dal Guangzhou Evergrande di Marcello Lippi. E dire che gli australiani erano passati in vantaggio dopo appena sette minuti con Mitchell Duke, per poi essere raggiunti sull’1-1 al 28′ grazie a un gol dell’ex punta del Borussia Dortmund Lucas Barrios su assist involontario di Dario Conca. La squadra di casa reggeva il confronto anche nella ripresa contro i ben più attrezzati avversari, ma la segnatura di Muriqui al 76′ faceva svanire sogni e illusioni dei Mariners, che sino a quel momento avevano sperato di poter andare a giocarsi in Cina il passaggio ai quarti. E gli australiani avrebbero meritato di farlo per quel che hanno mostrato per almeno tre quarti di gara. La sconfitta rovina la festa del 38enne difensore olandese Patrick Zwaanswijk alla sua penultima partita (l’ultima davanti ai suoi tifosi) prima del ritiro dal calcio giocato.

Il Kashiwa Reysol si conferma bestia del Jeonbuk. Dopo le due sconfitte inflitte ai coreani nella fase a gironi della scorsa edizione, il club nipponico supera 2-0 in Corea i vicecampioni d’Asia 2011, che patiscono così la prima sconfitta nel torneo. Il 2-0 del Kashiwa matura grazie ai colpi di testa vincenti di  Kudo al 3′ e Masushima al 74′, in entrambi i casi su assist di Jorge Wagner. Il 2-0 punisce pesantemente il Jeonbuk che ha da recriminare sulle tante occasioni fallite dai propri attaccanti.

L’Esteghlal neocampione dell’Iran va a vincere in rimonta a Dubai sul campo dell’Al Shabab Al Arabi, con quattro reti negli ultimi 35 minuti di gara. Passati in vantaggio grazie a un gol di Luiz Henrique nei minuti di recupero del primo tempo, i bianconeri locali crollano nella ripresa sotto i colpi di una squadra decisamente superiore. Al 55′ Samuel, ex difensore di Aston Villa e Bolton, porta l’Esteghlal sull’1-1. Al 73′ è il solito Nekounam a rompere l’equilibrio e portare gli ospiti sul 2-1. Lo svantaggio manda in tilt la squadra di casa che si apre e viene colpita per la terza volta da Majidi all’80’. A cinque minuti dalla fine Edgar Silva accorcia le distanze per l’Al Shabab, che però concede il 4-2 ad Heydari al 90′.  Non si vede come questo risultato potrà essere ribaltato a Teheran.

Il gol siglato da Youssef Msakni all’82’ non solo consente al Lekhwiya di superare l’Al Hilal a Riad, ma conferma tutto il valore dell’ex fantasista dell’Esperance Tunisi. Il 22enne tunisino è molto più di un giocatore fromboliere: questo ragazzo ha talento e, tipico dei vincenti, non fallisce gli appuntamenti che contano. Le grandi d’Europa finora l’hanno sottostimato, attendono di veder salire il prezzo evidentemente. ECL ASIA

AFC Champions League 2013 – Andata ottavi di finale
15.5.2013
Central Coast Mariners-Guangzhou Evergrande 1-2 (Duke 7′; Barrios 28′, Muriqui 76′)
Jeonbuk Motors-Kashiwa Reysol 0-2 (Kudo 3′, Masushima 74′)
Al Shabab Al Arabi-Esteghlal 2-4 (Luiz Henrique 45′, Edgar Silva 85′; Samuel 55′, Nekounam 73′, Majidi 80′, Heydari 90′)
Al Hilal-Lekhwiya 0-1 (Msakni 82′)
14.5.2013
Al Gharafa-Al Shabab 1-2 (Bresciano 42′; Tagliabue 55′, Al Shamrani 83′)
El Jaish-Al Ahli 1-1 (Anderson Martins 76′; Motaz 45′)
Beijing Guoan-Fc Seoul 0-0
Buriram United-Bunyodkor 2-1 (Jujeen 17′, Sumrei 76′; Taran 45′)

©LECHAMPIONS.it. Tutti i diritti riservati/All rights reserved.