Andrés D'Alessandro (Internacional)

Nella penultima giornata del ritorno dei preliminari della Libertadores 2012, Flamengo e Internacional si sono qualificate per la fase a gironi della Coppa Libertadores 2012. I match, che dopo il turno di andata erano aperti a qualsiasi epilogo, hanno premiato le squadre brasiliane che comunque hanno dovuto faticare, e non poco, contro il Real Potosì e l’Once Caldas.

Andrés D'Alessandro
Andrés D'Alessandro

Ronaldinho e compagni hanno avuto la meglio sui boliviani, allenati da Victor Zwenger e vincitori 2-1 all’andata, grazie soprattutto all’ex milanista protagonista assoluto della serata allo stadio Olimpico Joao Havelange di Rio de Janeiro. Tra i padroni di casa di Vanderlei Luxemburgo, il Gaucho si è distinto soprattutto sul finire delle frazioni di gioco: al 40′ con una precisa punizione dalla destra ha servito l’assist dell’uno a zero a Leo Moura, abile a insaccare di testa il gol del vantaggio rossonero; poi, nei minuti di recupero della ripresa, ha condannato gli avversari, siglando il raddoppio con una fantastica azione personale in area. Seconda primavera quindi per Dinho che di questo passo non avrà problemi ad assicurarsi un posto nella rosa del Brasile per i prossimi Mondiali.

Fa festa, come detto, anche l’altro club brasiliano impegnato mercoledi sera: l’Internacional, dopo la vittoria di misura (Leandro Damiao) ottenuta lo scorso 26 gennaio a Porto Alegre, è uscito indenne dal campo dell’Once Caldas pareggiando per 2-2 e qualificandosi così alla fase a gironi. Allo stadio Palogrande di Manizales per i ragazzi di Dorival Junior la strada si è fatta subito in salita: dopo soli 180 secondi Jorge Nunez ha portato in vantaggio i padroni di casa siglando dal dischetto la rete del vantaggio. La gioia dei colombiani di Paez però dura pochissimo: al 12′ D’Alessandro (migliore in campo) ristabilisce la parità con un nuovo penalty fischiato per fallo su Oscar, deliziosamente servito in area dal numero dieci argentino. Ma il peggio per l’Once arriva dieci minuti più tardi quando ancora D’Alessandro si rende protagonista con un assist per Tinga che da pochi passi infila l’incolpevole Martinez.

Lo strepitoso inizio di partita si conclude al 25′ quando Gonzalez punisce Muriel dopo una perfetta triangolazione in area con Pajoy, portando il risultato nuovamente in parità. Il due a due rimarrà invariato fino al 90′ nonostante i diversi tentativi dell’Once Caldas che per passare al turno successivo avrebbe dovuto fare altre due reti senza subirne: troppo complicato anche tra le mura di casa contro questo Internacional. Già qualificate Arsenal e Libertad, ora si attendono le ultime due qualificazioni: quella praticamente certa del Penarol (4-0 all’andata contro il Caracas) e quella ancora da decidere nel match tra Union Espanola e Club Tigres con i cileni che fanno visita ai messicani dopo l’uno a zero  di sette giorni fa. ECL AMERICA

©LECHAMPIONS.it. Tutti i diritti riservati/All rights reserved.