Bayern Monaco in festa
Bayern Monaco in festa
Bayern Monaco in festa

Una irriconoscibile e stanca Juventus perde nettamente in casa del Bayern Monaco ed è quasi fuori dalla Champions League 2012-13. Che non fosse una passeggiata lo si sapeva ma perdere senza nemmeno scendere in campo non si poteva immagginare. Aver preso gol dopo nemmeno un giro di orologio certo non ha aiutato ma alla Juve ieri è mancato tutto: gambe, testa e coraggio. La disattenzione di Buffon (il portiere capitano va sulla destra mentre la palla appena sfiorata da Vidal si dirige dalla parte opposta) sul non irrersistibile tiro a freddo di Alaba avrebbe dovuto far pensare subito che non era giornata. Ma di lì a breve tutti se ne sono accorti. Difficile salvare qualcuno dalla prova bianconera all’Allianz Arena: gli ‘sprazzi’ si possono riassumere nel sufficiente quarto d’ora dopo essere andati sotto e nei due tiri di Vidal (ieri ammonito e quindi out per la gara di ritorno alla pari di Lichtsteiner) che nella ripresa hanno appena disturbato Neuer. Nel match che ha visto la Juve perdere in Europa imbattibilità (18 partite senza sconfitte) e inviolabilità (490′ senza subire reti) per i bavaresi è stato fin troppo facile dominare l’avversario in lungo e largo e non solo per il vantaggio arrivato in appena 30”. Si ridimensionano dunque i sogni continentali della Vecchia Signora: il 2-0 (nella ripresa la rete in fuorigioco di Muller, ma i gol potevano essere di più se i tedeschi fossero stati più precisi nelle conclusioni in porta) rappresenta una severa lezione e lascia pochissime speranze di qualificazione alle semifinali. Arduo pensare di capovolgere il risultato: a Pirlo (ieri ingabbiato prima da Kroos e poi da Muller e Mandzukic a rotazione) e compagni servirebbe segnare almeno due gol senza subirne. Impresa non impossibile se non avessimo visto Bayern Monaco-Juventus 2-0. ECL EUROPA

I commenti del dopo partita

Antonio Conte, tecnico della Juventus: “Abbiamo perso da una squadra molto forte. Sapevamo di affrontare una delle favorite della Champions assieme al Real e al Barcellona, peraltro incattivita. Complimenti al Bayern, che ha disputato una grande partita. Non ho molto da rimproverare ai miei giocatori. La partita l’avevamo preparata bene, sotto tutti i punti di vista, però bisogna fare i conti con gli avversari. Queste partite devono farci capire quanto siamo distanti da queste squadre che sono al top. Il Bayern, oltre alla qualità, oggi ha mostrato una cattiveria davvero importante. Dobbiamo lavorare ancora per raggiungere certi livelli. Il ritorno? Il calcio è imprevedibile e ci proveremo. Quando siamo riusciti a fare possesso li abbiamo messi in difficoltà. Ma è mancato il cambio di gioco e abbiamo sbagliato molto. Penso che il merito vada soprattutto a loro, lo ribadisco. In un contesto simile mi riesce difficile arrabbiarmi, puntare il dito contro qualcuno. Nel calcio bisogna anche essere onesti, prendiamo questa sconfitta e la portiamo a casa. Il nostro percorso è cominciato da 16 mesi e affrontare oggi queste partite ci rende orgogliosi”.

Jupp Heynckes, allenatore Bayern Monaco: “Ci siamo preparati molto bene e il nostro piano tattico si è visto chiaramente. Abbiamo attaccato fin dall’inizio e siamo riusciti a estromettere Pirlo dal gioco. La mia squadra ha dimostrato fiducia e in alcuni momenti è stata straordinaria. Nei giorni scorsi, tutti hanno provato a dirmi chi mettere in campo contro la Juve, ma avevo altre idee e hanno funzionato. Ho studiato molto la Juventus e ho escogitato la tattica che abbiamo usato oggi. Il nostro obiettivo era pressare fin dall’inizio. Non prendere gol contro una squadra italiana è un risultato fantastico e mi è piaciuto soprattutto il modo in cui ci siamo riusciti. In alcune fasi si è visto un calcio di altissimo livello e abbiamo sempre dominato. Considerando che giocavamo contro una squadra che difende il titolo in Serie A, la prestazione dei ragazzi è stata fantastica”.

Uefa Champions League 2012-13 / Andata Quarti di finale – Monaco di Baviera, stadio Allianz Arena

BAYERN MONACO -JUVENTUS 2-0 (1-0)

Bayern Monaco: Neuer; Lahm, Van Buyten, Dante, Alaba; Luiz Gustavo, Schweinsteiger; Ribery (93′ Shaqiri), Kroos (16′ Robben), Muller; Mandzukic (90′ Gomez). Allenatore: Heynckes.
Juventus: Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner, Vidal, Pirlo, Marchisio, Peluso (75′ Pogba); Matri (65′ Vucinic), Quagliarella (65′ Giovinco). Allenatore: Conte.

Arbitro: Clattenburg (Inghilterra) 
Reti: 1′ Alaba, 63′ Muller. 
Ammoniti: Mandzukic, Chiellini, Vidal, Lichtsteiner, Luiz Gustavo. 

Il programma dell’andata dei quarti di finale

Martedi 02/04/2013
Bayern Monaco-Juventus 2-0
PSG-Barcellona 2-2
Mercoledi 03/04/2013
Real Madrid-Galatasaray
Malaga-Borussia Dortmund

©LECHAMPIONS.it. Tutti i diritti riservati/All rights reserved.