Rodrigo Diaz, capitano del Deportes Iquique
Rodrigo Diaz, capitano del Deportes Iquique

Sono Tigre e Deportes Iquique le prime squadre a superare i preliminari e qualificarsi alla fase a a gironi della Coppa Libertadores 2013. Il sostegno dello stadio Olimpico non è bastato al Deportivo Anzoategui che con gli argentini era chiamato a una difficile rimonta dopo il 2-1 subito nella gara di andata. I venezuelani tra le mura amiche hanno anzi incassato una nuova e più pesante (3-0) sconfitta. I ragazzi guidati da Gorosito aprono le danze dopo soli otto minuti con una grande azione solitaria di Botta che, servito da Orba, prima si libera di Pernia con un bel dribbling, poi insacca (Morales non impeccabile) col piatto destro da posizione quasi impossibile. La squadra di Betancourt reagisce senza successo (Garcia sempre attento) con José Moreno, Caggiano e il tiro da fuori area di Pernia. Nella ripresa la pressione del Deportivo diminuisce quindi gli ospiti si rifanno sotto: Santander prima spedisce un gran destro sulla destra di Morales, poi costringe il portiere di casa a una grande parata, infine finalizza al meglio il contropiede partito da Botta con un impeccabile diagonale di sinistro. Due a zero e parttia chiusa. A Puerto la Cruz però il Tigre riesce pure a infierire: Escobar (subentrato a Penalba) a fine match colpisce una clamorosa traversa, Maggiolo cala il tris al minuto 88 con un preciso colpo di testa su cross di Galmarini. Gli argentini (alla prima esperienza in Libertadores) nel gruppo 2 contenderanno la qualificazione agli ottavi di finale a Libertad, Palmeiras e Sporting Cristal.

Sono serviti invece i rigori al Deportes Iquique per avere la meglio sul Club Leon. Dopo l’uno a uno scaturito in Messico sette giorni, al Tierra de Campeones i tempi regolamentari finiscono con identico risultato. A Iquique sono i ragazzi di Matosas a portarsi in vantaggio con il gran sinistro di Arrechea che si avventa sulla punizione calciata da Montes e ‘fulmina’ Naranjo con un imprendibile girata di sinistro. Passano 10′ e i cileni di Diaz pareggiano: Monje viene atterrato in area da Martinez (anche un giallo per lui nell’occasione), l’arbitro paraguaiano Arias indica il dischetto e dagli undici metri il capitano Rodrigo Diaz non sbaglia. Penalty necessari anche dopo che i supplementari sono finiti senza reti. E nella ‘roulette’ sono state determinanti le parate di Naranjo sui tentativi di Burbano e Montes (per il Leon in gol solo Vazquez e lo specialista Arrechea). Dall’altra parte l’unico a fallire il rigore è  stato Grabinski mentre Zenteno, Villalobos, Ereros e l’infallibile Diaz non hanno perdonato Martinez. Dragones alla fase a gironi (storica prima volta) dove nell’ostico gruppo 4 cercherà la qualificazione al turno successivo contro Velez Sarsfield, Emelec e Penarol. Non facile ma l’importante è poterci tentare. ECL AMERICA

©LECHAMPIONS.it. Tutti i diritti riservati/All rights reserved.