Thierry Henry (Arsenal)

Sarà il Milan la prima squadra italiana a esordire negli ottavi di finale della Champions 2012. I rossoneri ospitano l’Arsenal allo stadio Giuseppe Meazza per la ‘rivincita’ del doppio match giocato nel 2008, quando furono gli inglesi a qualificarsi ai quarti. I gunners negli ultimi anni non sono stati l’unico club britannico a far piangere i campioni d’Italia: nel 2010 e nel 2011, prima il Manchester United poi il Tottenham, infransero i sogni europei della squadra rossonera. Le due squadre arrivano alla sfida in una situazione pressoché identica: entrambe hanno vinto in rimonta 2-1 nell’ultimo turno di campionato.

Thierry Henry (Arsenal)
Thierry Henry: ultima partita

Il Milan ha una rosa e un peso offensivo sicuramente superiori all’Arsenal, che però potrà contare ancora su Thierry Henry, all’ultima partita prima di fare ritorno in America con i New York Red Bulls. Se Robin Van Persie è certamente il giocatore più pericoloso, i giocatori chiave per Wenger potrebbero essere Theo Walcott e Oxlade-Chamberlain:  la velocità dei due esterni creerà di certo problemi ai laterali milanisti.
Massimiliano Allegri crede nei suoi giocatori e alla vigilia ha voluto ‘dribblare’ tabù e complessi: “Non è questione di fantasmi. Sarà una partita difficile. Bisogna essere in grado di giocare bene e fare attenzione. I Gunners sono veloci e tecnici. Giocano davvero bene. Sarà un passaggio di turno complicato, ma possiamo farcela. Non prendere gol sarebbe fondamentale. Proprio per questo dobbiamo giocare una partita di grande attenzione difensiva. Loro in questo sono straordinari: sempre in 9 dietro la linea della palla per poi scatenare ripartenze micidiali”. Sulla formazione un po’ di pretattica: “Ho quasi tutti a disposizione, ma Boateng e Pato non hanno ancora i 90 minuti nelle gambe. Difficilmente partiranno dall’inizio, poi magari cambio idea, ma già averli è importante, senza dimenticare che Abbiati e Nesta saranno titolari. El Shaarawy? Il ragazzo è pronto per l’Europa, è un grande realizzatore. E’ cresciuto, ma non dobbiamo responsabilizzarlo troppo”.
L’allenatore dell’Arsenal Arsene Wenger non fa proclami ma spera in una grande prestazione dei suoi. Senza l’infortunato Mertesacker (che aveva sistemato la retroguardia londinese) il compito sarà più duro ma Wenger sa bene che la Champions è l’ultimo traguardo rimasto ai gunners e bisognerà dar tutto: “Cercheremo di fare la nostra partita. Il Milan è forte, ma la cosa che mi preoccupa di più è il campo di San Siro. Nel 2008, quando battemmo il Milan agli ottavi di Champions proprio a San Siro noi eravamo molti giovani, molto fiduciosi, eravamo primi in Premier. Ora abbiamo perso molti giocatori però restiamo una squadra forte e c’è una fiducia che sta riaffermandosi. Vedremo se saremo più forti”. Il tecnico francese ha elogiato Zlatan Ibrahimovic: “Ibra è un grande giocatore perchè fa gol e anche tanti assist, e poi ha una forma fisica incredibile. Non capisco perché in Italia lo critichiate. Se guardiamo al suo curriculum, a cosa ha vinto, ha una personalità fondata su una grande fiducia nei propri mezzi ed è una grande qualità a questi livelli. Prima che andasse all’Ajax è stato da noi, eravamo interessati, e la carriera che ha fatto dimostra che avevamo visto bene”.

Nell’altro match in programma oggi per l’andata degli ottavi di finale, lo Zenit San Pietroburgo di Luciano Spalletti ospiterà alle 18,00 ora italiana il Benfica. Impegno ostico per la squadra di Jorge Jesus nel gelido stadio Petrovskiy dove tenterà di strappare almeno un pari che varrebbe oro in vista della gara di ritorno che si giocherà a Lisbona il prossimo 6 marzo. E’ lì che si deciderà l’accesso ai quarti.  ECL EUROPA

Uefa Champions League 2011-12 – Andata ottavi di finale/Milano, stadio Giuseppe Meazza, ore 20,45

Possibili formazioni

MILAN: Abbiati; Abate, Nesta, Thiago Silva, Antonini; Emanuelson, Van Bommel, Nocerino; Seedorf; Robinho, Ibrahimovic. A disposizione: Amelia, Bonera, Mexes, Ambrosini, Boateng, El Shaarawy, Pato. Allenatore: Allegri.
ARSENAL: Szczesny; Sagna, Vermaelen, Koscielny, Gibbs; Arteta, Song; Walcott, Ramsey, Oxlade-Chamberlain; Van Persie. A disposizione: Almunia, Djourou, Coquelin, Rosicky, Arshavin, Benayoun, Henry. Allenatore: Wenger.
Arbitro: Viktor Kassai (Ungheria)

Il programma dell’andata degli ottavi di finale

Martedi 14/02/2012
Bayer Leverkusen-Barcellona 1-3
Lione-APOEL 1-0

Mercoledi 15/02/2012
Zenit San Pietroburgo-Benfica
Milan-Arsenal

Martedi 21/02/2012
CSKA Mosca-Real Madrid
Napoli-Chelsea

Mercoledi 22/02/2012
Marsiglia-Inter
Basilea-Bayern Monaco

©LECHAMPIONS.it. Tutti i diritti riservati/All rights reserved.