Bernard (Atletico Mineiro)Una delle più belle esibizioni di una squadra brasiliana in terra argentina. Così verrà ricordato il 5-2 dell’Atletico Mineiro in casa dell’Arsenal Sarandì nella sfida valida per la seconda giornata della fase a gironi della Coppa Libertadores 2013. La formazione brasiliana ha letteralmente annichilito la squadra di casa, illusa dal gol siglato da Julio Furch in contropiede dopo appena due minuti con un rasoterra alla sinistra di Victor. Mai vantaggio più illusorio di quello realizzato dal 23enne attaccante argentino: in 28 minuti, tra l’8′ e il 36′, l’Atletico andava in gol tre volte con Bernard (splendido assist di Ronaldinho con cucchiaio d’esterno destro), Diego Tardelli e Jo. Al 41′ Aguirre siglava il 2-3 con una bellissima punizione a girare, battuta pochi metri a ridosso della linea laterale, che s’infilava sotto l’incrocio più lontano. Un tiro telecomandato che arrivava giusto in tempo per caricare la squadra di casa in vista del secondo tempo. Ma qui prendeva il largo Bernard che completava la sua tripletta con due reti: al 54′ in contropiede su assist di Ronaldinho che stavolta con un rasoterra tagliava in due la difesa locale, mettendo il 20enne centravanti brasiliano a tu per tu con Campestrini; al 59’Ronaldinho manda al tiro Jo con una palombella, la conclusione dell’ex Manchester City viene respinta da Campestrini sui piedi di Bernard che firma così il 5-2 definitivo. Prova superba di Ronaldinho: l’ex fuoriclasse del Barcellona si muove ormai solo palla al piede ma tocco e visione di gioco restano intatti: i tre assist parlano da soli e senza l’errore dal dischetto a due minuti dalla fine (dopo essere sopravvissuto a un’entrata assassina di Braghieri) si sarebbe potuto parlare di prestazione perfetta. Ci è andato vicino. Il successo in Argentina garantisce all’Atletico il primo posto a punteggio pieno nel gruppo 3.

Nel gruppo 4 un gol a tre minuti dalla fine di Lucas Pratto, su assist di Copete dalla sinistra, dà la vittoria al Velez in casa del Penarol, che dopo tre partite si vede raggiunto in testa a quota 6 proprio dagli argentini.

Nel gruppo 5 largo successo del Tijuana che supera 4-0 i boliviani del San Jose: Castillo, Aguilar, Corona e Martínez gli autori del poker messicano. La classifica dopo due giornate vede il Tijuana primo a punteggio pieno con ben cinque l ghezze di vantaggio su tutte le altre (Corinthians e Millionarios giocheranno in serata).

Va tutto storto al Deportes Tolima contro il Real Garcilaso: al 12′ Andrade si vede respingere dalla traversa una splendida conclusione in corsa, scagliata circa 35 metri; al 27′ è Felipe Noguera, stavolta su punizione, a sorprendere Carranza ma, anche qui, la conclusione è respinta dalla traversa. Arrivati indenni al novantesimo, i peruviani si prendono pure la soddisfazione di segnare il gol-beffa in pieno recupero con Yoshiro Salazar, lasciato libero (da Monsalve) di colpire indisturbato di testa in piena area. Tre punti che consentono al Real Garcilaso di salire in cima al gruppo 6 a quota sette, lasciando a quattro proprio il Deportes Tolima.  ECL AMERICA

©LECHAMPIONS.it. Tutti i diritti riservati/All rights reserved.