Marek Hamsik e Lorenzo Insigne (Napoli)

Una mediocre Inter perde di misura in casa del Tottenham e lascia qualche speranza ai londinesi di ‘sfilargli’ gli ottavi di finale dell’UEFA Champions League 2018-19. Non sarà facile per la squadra di Mauricio Pochettino: il Barcellona (ieri vittorioso in casa del PSV col magico sinistro di Messi e Piqué) non perde in casa in Champions dal 1 maggio 2013 contro il Bayern Monaco e si presenterà il prossimo 11 dicembre con un’imbattibilità lunga 2050 giorni. Nella quinta giornata della fase a gironi i nerazzurri (poco convincenti, troppo timidi e forse non ancora abituati a questo tipo di partite) si sono arresi a 10′ dalla fine al gol di Eriksen ma restano in piena corsa per la qualificazione alla fase a eliminazione diretta. Basterà vincere con gli olandesi al Meazza e sperare, come detto, che gli spurs non facciano il colpaccio al Camp Nou contro un Barca già primo nel gruppo B. Forse più complicata la situazione del Napoli che nel raggruppamento C ha piegato agevolmente la Stella Rossa con un doppio Mertens e la rete iniziale di Hamsik. Ma da Parigi sono arrivate brutte notizie: il PSG ha infatti battuto (2-1) il Liverpool salendo a quota 8 punti in classifica. Uno in meno dei partenopei che nel sesto e ultimo turno giocheranno ad Anfield contro i reds costretti a vincere per non retrocedere in Europa League. La squadra di Ancelotti però in Inghilterra partirà con a disposizione due risultati su tre e con la vittoria o il pareggio bisognerà vedere solo se la qualificazione arriverà da prima o da seconda. In caso di ko invece gli azzurri dovrebbero subirlo con un solo gol di scarto ma segnando almeno una rete diversamente la differenza reti li ‘condannerebbe’. Chiudiamo con i gironi A e D dove Atletico Madrid, Borussia Dortmund, Porto e Schalke 04 sono promosse mentre Club Brugge e una tra Galatasaray e Lokomotiv Mosca (ieri nello scontro diretto vittoria casalinga per i russi) si accontenteranno dell’Europa minore. LECHAMPIONS EUROPA