Roman Shirokov (Zenit)
Roman Shirokov (Zenit)
Roman Shirokov: doppietta

Colpi di scena, di tacco, di genio, papere e cinque gol. A San Pietroburgo, su un campo molto pesante che ha reso la vita difficile a entrambe le squadre, Zenit e Benfica non si sono risparmiate e hanno confermato quel che si sapeva: questo è uno dei ottavi più equilibrati della Champions League 2011-12, con due squadre che fanno dell’affiatamento e di un’identità tattica ben precisa le armi principali. Luciano Spalletti e Jorge Jesus hanno plasmato Zenit e Benfica secondo le proprie convinzioni, che puntano in entrambi i casi a un calcio dinamico e offensivo, fatto di ripartenze brucianti.
La temperatura polare (-20) e le condizioni pietose del manto dello stadio Petrovskiy hanno di certo limitato le potenzialità delle due squadre e lo spettacolo ma non le emozioni. Al 20′ Maxi Pereira punisce un errore di Zhevnov portando in vantaggio i lusitani. Lo Zenit trova il pari al 27′ con Shirokov, bravissimo girare nell’angolo basso un cross di Hubocan. Alla mezz’ora Pablo Aimar prende il posto dell’infortunato Rodrigo, mentre Maxi Pereira si conferma una spina nel fianco della difesa di casa. Al 71′ gli uomini di Spalletti passano in vantaggio con uno splendido gol del 36enne Sergei Semak, propiziato da un geniale tacco di Aleksandr Kerzhakov che dalla linea di fondo rimette in gioco Bystrov che centra per Semak che (di tacco !) supera Artur nell’angolo più lontano: più Brasile che Russia. Bellissimo. Ma a tre minuti dalla fine la seconda papera della serata di Yuri Zhevnov regala una palla che Cardozo deve solo spingere in rete. Il 2-2 del Benfica dura poco, perché alla ripresa del gioco i ragazzi di Spalletti trovano la terza rete ancora con Shirokov che approfitta di un errore di Maxi Pereira, che controlla male un cross di Anyukov. Il 3-2 premia il carattere dello Zenit, ma il Benfica ha mezzi e giocatori per ribaltare il risultato al Da Luz. ECL EUROPA

UEFA Champions League 2011-12 – Ottavi di finale, andata / San Pietroburgo, stadio Petrovskiy

ZENIT-BENFICA 3-2 (1-1)

Zenit: Zhevnov, Bruno Alves, Anyukov, Lombaerts, Hubočan, Shirokov, Faizulin (Rosina 89′), Zyryanov (Semak 46′), Denisov, Kerzhakov, Kanunnikov (Bystrov 66′). Allenatore: Spalletti
Benfica: Artur, Luisão, Garay, Emerson, Witsel, Gaitan (Miguel Vitor 90′), Matic, Bruno Cesar (Nolito 76′), Maxi Pereira, Cardozo, Rodrigo (Aimar 30′). Allenatore: Jorge Jesus

Arbitro: Jonas Eriksson (Svezia)
Reti: Shirokov 27′, 88′, Semak 71′; Maxi Pereira 20′, Cardozo 87′
Ammoniti: Bruno Alves, Anyukov; Aimar, Luisão, Bruno Cesar

©LECHAMPIONS.it. Tutti i diritti riservati/All rights reserved.