Moussa Dembele (Lione) © 2020 LC. All rights reserved.

Il Lione sbrana pure il City

D’ora in avanti sarà Francia-Germania. Dopo la Juventus il Lione mette fuori anche il Manchester City. E adesso arriva la semifinale col Bayern, autentico favorito per la vittoria della Champions 2020. Mentre l’altra sfida mette di fronte Lipsia e Psg, con i parigini nel ruolo di favoriti. Tutto lascia presagire una finale Bayern-Psg, ma in questa edizione ogni turno ha riservato sorprese.
Contro gli inglesi la squadra di Rudi Garcia ha confermato disciplina tattica e opportunismo, lasciando il pallino del gioco al City per colpire in contropiede. Piano tattico eseguito alla perfezione, grazie agli errori sottoporta degli avanti di Guardiola. Alcuni davvero clamorosi, come il mancato 2-2 di Sterling. Errore su cui i francesi hanno poi costruito il 3-1 finale.
L’equilibrio viene spezzato al 24′, quando Cornet porta in vantaggio il Lione. Un lancio lungo viene agganciato meravigliosamente da Toko-Ekambi che al momento del tiro si trova davanti Ederson e si fa rubare il pallone da Gundogan ma il rimpallo favorisce Cornet, che con sinistro precisissimo porta in vantaggio i francesi.
Il City tiene palla, costruisce ma non punge. Al 69′ arriva l’1-1 per merito di Kevin De Bruyne, che di piatto mette dentro un assist di Raheem Sterling. L’ala sinistra del City, vera spina nel fianco della retroguardia francese, al 78′ regala un altro assist da favola a Gabriel Jesus, che cicca la girata da pochi passi. Gol sbagliato, gol subito: al 79′ in contropiede il Lione con il neoentrato Moussa Dembele si riporta in vantaggio, sfruttando gli spazi concessi dalla difesa altissima del City. Se ci fossero dubbi sul fatto che gli errori si pagano, Sterling li toglie definitivamente all’86’ quando spara alto a porta vuota vanificando l’assist di Gabriel Jesus. Neanche un minuto e arriva il 3-1 del Lione con Dembele che punisce da pochi passi un impacciato Ederson. Troppi errori individuali e il City per il terzo anno di fila esce ai quarti.
Due tedesche e due francesi si giocheranno l’accesso alla finale di Lisbona: le rappresentanti del primo campionato a riprendere l’azione e a concludersi dopo la sospensione per il Covid e di uno dei pochi interrotti definitivamente. Non c’era una sola ricetta per far bene ma chi ha riposato di più è ancora in gara a Lisbona. LECHAMPIONS EUROPA