Atalanta in festa © 2020 LECHAMPIONS. All rights reserved.

La Dea ci ha preso gusto: ancora agli ottavi

Con una grande prestazione l’Atalanta vince in casa dell’Ajax (1-0, decisivo Muriel al minuto 85) e conquista la qualificazione gli ottavi di finale dell’UEFA Champions League 2020-21. La seconda volta nel giro di pochi mesi nella massima competizione europea per club (fare il bis dei quarti non sarebbe male). Una superba conferma per una squadra che oramai chiamare provinciale è un insulto bello e buono. Nonostante i presunti malumori interni, i nerazzurri a Amsterdam mettono cuore e gambe e eliminano i lancieri volenterosi ma chiaramente meno bravi e seriamente pericolosi in una sola occasione sventata da un provvidenziale Gollini. Nel gruppo D della fase a gironi a passare come primo classificato è il Liverpool che chiude con un pareggio (1-1, Scholz risponde a Salah) in Danimarca contro la cenerentola Midtjylland. Ma poco importa, l’importante è essere tra le migliori sedici d’Europa, non sarà facile per nessuna della prima fascia incontrare la squadra di Giampiero Gasperini. “Siamo stati bravi a disinnescare il loro attacco, è una squadra che fa tanti gol e alla fine è anche arrivato un meritato successo. Un traguardo straordinario – ha detto il tecnico nelle interviste del dopo gara -. Superiore a quello dell’anno scorso perché nel girone c’erano due mostri sacri come Liverpool e Ajax. Questa vittoria ci permette di pianificare la stagione – ha concluso -. Ci sarà il mercato a gennaio, non ho richieste particolari ma dobbiamo studiare le strategie per quello che ci aspetta, parametrate al fatto che siamo andati avanti in Champions”.
Alle 19 è sceso in campo anche il Paris Saint Germain che ieri non aveva terminato il match contro Istanbul. Tutto facile per i parigini che al parco dei Principi hanno travolto i turchi con la tripletta di Neymar e la doppietta di Mbappé.
L’Italia, dopo le promozioni di Lazio e Juventus, manca il poker perché l’Inter a San Siro non riesce ad andare oltre il pari a reti bianche contro lo Shakhtar Donetsk. Gli ucraini giocano a non far vincere gli avversari (e dire che vincendo loro avrebbero proseguito l’avventura in questa coppa) e soffiano ai nerazzurri la retrocessione in Europa League. Nel girone B infatti, insieme al Real Madrid, alla fase a eliminazione diretta ci va il Borussia M’gladbach nonostante la sconfitta di stasera proprio in casa delle merengues (2-0, doppio Benzema). L’allenatore dell’Inter, Antonio Conte dopo la partita non nasconde delusione: “Noi poco cattivi? La squadra ha messo tutto quello che aveva, in due partite dominate con lo Shakhtar in 180’ abbiamo fatto zero gol, il loro portiere sia all’andata che al ritorno è stato il migliore. C’è molto rammarico, ci è mancato il gol, poi certe valutazioni le faremo con calma. Se non fai gol non vinci. E in tutta la Champions non siamo stati fortunati con arbitri e Var. Mi sembra che l’Inter non sia stata rispettata nel girone, con tante situazioni da rivedere. C’è grande amarezza perché potevamo comunque passare”. E nervosismo: “Oggi lo Shakhtar ha stravolto il suo sistema per giocare con noi. Quale problema di gioco avremmo? Pensate prima di fare le domande”.
Successo esterno abbinato alla qualificazione per l’Atletico Madrid che nello scontro diretto con il Salisburgo vince per 2-0 grazie alle reti di Hermoso e Carrasco.
ll sorteggio degli ottavi della UEFA Champions League 2020-21 si svolgerà il prossimo lunedì 14 dicembre alle ore 12:00 a Nyon in Svizzera. LECHAMPIONS EUROPA