Tris Palmeiras, poker Santos

Tanti gol e qualificazioni alla semifinale in cascina per Palmeiras e Santos. Fin troppo facile per le due brasiliane avere la meglio rispettivamente su Libertad e Gremio nelle gare di ritorno dei quarti finale della Coppa Libertadores 2020. Gli uomini di Abel Ferreira, dopo aver chiuso in parità (1-1) i primi 90′ in Paraguay, a San Paolo hanno strapazzato i rivali per 3-0. Al 20′ apre le danze Gustavo Scarpa con un potente rasoterra di sinistro che si incassa a fil di palo. A metà ripresa è Rony a chiudere i conti con un tap-in vincente da distanza ravvicinata sul passaggio di Marcos Rocha. Prima del triplice fischio di Valenzuela, c’è spazio anche per la gioia personale di Gabriel Menino bravo a infilare nuovamente Silva (ma senza le sue parate miracolose il passivo degli ospiti sarebbe stato più pesante) con un calcio di rigore in movimento.

Quattro a uno è stato invece il risultato con cui il Santos ha fatto suo il derby di ritorno dei quarti contro il Gremio. Allo stadio Urbano Caldeira i padroni di casa mettono subito le cose in chiaro: passano meno di 60” e Kaio Jorge approfitta di uno svarione difensivo per siglare il vantaggio con un destro in diagonale da posizione impossibile. Non per lui. Imortal Tricolor stordito: al 15′ Marinho, sul traversone di Lucas Braga, infila Vanderlei con un potente sinistro dai dodici metri imprendibile. La squadra di Renato Gaucho non reagisce e a inizio ripresa la musica non cambia. Al 54′, con la difesa ospite nuovamente inguardabile, il numero 19 di Cuca centra la doppietta insaccando solitario da pochi passi. La reazione degli ospiti arriva tardi (minuto 81) con Thaciano che, entrato da poco per Pierre, segna l’1 a 3. Sempre dalla panchina arriva il quinto e ultimo gol della sfida brasiliana: Laercio, sul terreno di gioco da soli 7′, ringrazia Cuca per averlo messo in campo, saltando più in alto di tutti sul cross di Jean Mota.

Nella notte tra mercoledì e giovedì si è giocato anche un altro derby: quello argentino tra Racing de Avellaneda e Boca Juniors. Il primo atto dei quarti se lo è aggiudicato la squadra allenata da Becacece grazie all’incornata (cross di Mena) con cui Melgarejo al 60′ ha ‘bucato’ Andrada. Sconfitta troppo pesante per gli xeneizes che nella prima frazione di gioco avrebbero meritato il vantaggio.

Nella prossima notte il terzo incontro valido per il ritorno dei quarti: a Montevideo ci sarà Nacional-River Plate con gli uruguagi che devono rimontare due reti. Impresa per niente semplice. LECHAMPIONS AMERICA